News, articoli e suggerimenti su Torre Mozza e il territorio Salentino
18 apr

Dove andare in Salento

Con l’approssimarsi della stagione delle vacanze sono in molti a porsi la fatidica domanda: dove andare in Salento, posto che questa striscia di terra, magicamente protesa tra due mari con l’incanto delle sue coste, viene considerata da molti una delle mete estive più desiderate. Le motivazione di tale considerazione sono molteplici e tutte particolarmente convincenti: il mare chiaro e cristallino come pochi, le coste di grande fascino e bellezza che alternano alla roccia alta e monumentale quella più bassa e piana come una sorta di piattaforma sull’acqua, o le splendide spiagge di sabbia finissima con minuscole e suggestive calette o ampie distese dal sapore tropicale. Ma anche la gastronomia, la cultura e i tesori d’arte unici e senza pari sono un invito irresistibile a visitare questa terra. Tutti elementi che hanno contribuito a fare del Salento una delle mete turistiche con il maggior trend di crescita degli ultimi anni. Se si pensa a una piccola guida, che indichi dove andare in Salento, occorre partire da quello che è da considerarsi un vero e proprio epicentro da cui si diparte tutta la penisola: Lecce. Per chi giunga in Salento la città barocca rappresenta una tappa obbligata che non mancherà di colpire con il fascino trionfante delle sue chiese e facciate, vera festa della sguardo nella loro ricercata ricchezza plastica. Camminare per le viuzze del centro storico del capoluogo salentino si rivela un’esperienza che non delude e riserva ulteriori piacevoli sorprese nelle botteghe artigiane con la tradizione secolare della cartapesta e nelle tante possibilità di assaporare i sapori genuini della gastronomia locale. Se si cerca l’esperienza della cultura e del folklore, tappa imprescindibile è da considerarsi la Grecìa Salentina, un’isola ellenofona, che conta nove comuni, in cui il cuore antico del salento batte ogni anno al ritmo della taranta, trasformando il patrimonio musicale popolare e di tradizione di questa terra in fenomeno globale. Ma se ci si chiede dove andare in Salento per trascorrere una vacanza a contatto con il mare e il sole di questo angolo di Puglia, non c’è che l’imbarazzo della scelta a partire da tre punti fermi: per la costa adriatica Otranto con la sua storia e l‘intrico che sa già d’oriente delle sue viuzze, per la costa ionica Gallipoli la perla stretta attorno ai suoi bastioni che hanno perso il loro cipiglio militaresco per offrirsi come incantevole passeggiata, alla confluenza dei due mari Santa Maria di Leuca la bianca apparizione all’estremo limite della regione. Particolarmente interessante, per chi vuole sapere dove andare in Salento per scoprirne l’anima più vera e vitale, fare base in uno dei tanti piccoli centri che costellano lo splendido litorale lungo 800 chilometri, scegliendo una posizione strategica che consenta al meglio gli spostamenti. È il caso di una marina come Torre Mozza piccolo borgo facente parte delle marine di Ugento proteso direttamente su una vasta spiaggia libera di fine sabbia dalle candide tonalità, che come un lungo nastro nitido si inoltra lungo la costa con le sue dune modellate dall’estro del libeccio e del maestrale. L’incanto di questa porzione di costa è incorniciato da acque cristalline che con la loro trasparenza offrono lo spettacolo sempre nuovo e multiforme di fondali incontaminati. Alle sue spalle la marine offre le suggestioni della campagna salentina tra macchia mediterranea, scintillanti distese di ulivi e masserie dai profili severi. Un riassunto in pochi chilometri del Salento più vero che ha fatto innamorare turisti di tutto il mondo. La località per la sua posizione permette di raggiungere facilmente tutte le principali mete turistiche citate offrendo il vantaggio del piccolo centro che permette di vivere in pieno relax il momento della vacanza senza rinunciare a tutte le possibilità offerte dagli eventi e svaghi estivi.