News, articoli e suggerimenti su Torre Mozza e il territorio Salentino
torre mozza
11 giu

Itinerario green a Torre Mozza: Il Parco Naturale Regionale Punta Pizzo

Avete programmato una vacanza in Salento ed avete fatto della località Torre Mozza il vostro punto di partenza per esplorare le meraviglie naturali di questa terra?

Una gita che dovete assolutamente fare è quella al Parco Regionale di Punta Pizzo, nella baia di Gallipoli.

E’ una località ideale se avete il desiderio di passare una giornata rilassante lontano dalle rumorose spiagge, immersi nella natura ed in riva ad un mare trasparente come pochi in Italia.

Il parco, che dista pochi km da Torre Mozza, è stato istituito nel 2006 ed è attualmente un fiore all’occhiello della penisola salentina.

E’ costituito da due zone protette: l’isola di S. Andrea ed il tratto litoraneo, a sud di Gallipoli, comprendente le località “Li Foggi”, “Punta della Suina” e “Torre del Pizzo”.

L’isola di S. Andrea è una perla incastonata nel Mar Jonio: sebbene non sia visitabile perchè ospita una specie protetta come il “gabbiano corso”, vale sicuramente la pena fare una gita in barca per ammirare il fondale marino e l’acqua cristallina che la circondano.

L’ambiente potrebbe sembrare simile a quello tropicale ma la vegetazione ed i profumi che si respirano sono quelli della macchia mediterranea.

L’isola è completamente piatta e brulla, dominata da un faro ottocentesco ancora in funzione, molto suggestivo specialmente al tramonto, quando il sole dipinge il cielo di rosso.

Il tratto costiero del parco è invece caratterizzato da finissima sabbia bianca mista a roccia. I fondali sono gli stessi che circondano S. Andrea quindi adatti agli appassionati di snorkeling, che in questa zona hanno moltissime varietà di pesci da osservare.

All’interno di questo tratto di parco ci sono diversi sentieri percorribili sia a piedi che a cavallo od in bicicletta. Durante le tranquille passeggiate ci si immerge completamente nella natura: si riattivano sensi come l’udito e l’olfatto, grazie al rumore delle onde, al richiamo dei gabbiani ed al profumo delle erbe aromatiche.

La bellezza di questi luoghi vicini a Torre Mozza è stata immortalata anche dal cinema, grazie ai film del regista F. Ozpetek, che ha ambientato qui alcune scene dei suoi film Mine Vaganti ed Allacciate le cinture.